Un terno per Ferragosto

Soprattutto si mangia. Almeno dalle mie parti. Si comincia a preparare dal giorno prima, poi la mattina si accende il fuoco per il barbecue e poi ci sfondiamo come se non ci fosse un domani. E poi? Poi ci si trova qualche posticino ameno per digerire in santa pace, magari con un goccetto di quello buono, leggendo qualcosa che vinca la voglia di pennica. Questo è il tradizionale Ferragosto

Ed ecco quindi che sorge la necessità di trovare qualcosa di sfizioso da leggere. Allora mi sono chiesto, perché non cogliere l’occasione per scassare un po’ i minchioni ai miei amici blogger? Un terno. Di meno sono pochi, di più sono troppi. Fate conto che io non conosca il vostro blog e consigliatemi tre post che secondo voi valga la pena leggere. Quelli dimenticati dal tempo, ma che da soli valgono il tempo che voi avete speso per scriverli e che noi spenderemo per leggere. E se li ho già letti pazienza.

Invito a partecipare chi seguo e chi mi segue da più tempo, ma chi altro voglia partecipare al giro è assolutamente ben accetto!

Comincio io e vi segnalo un post minchione ma assai divertente sulla fine del mondo poi uno un po’ più serio su una notte movimentata e concludiamo con il resoconto di una giornata speciale di trent’anni fa (mamma quanto so vecchio!)

Partecipate numerosi! Se vi va. In fondo è solo un modo bloggettaro per augurarci…Buon Ferragosto!