Resto umile

Per fortuna il mio razzismo non mi fa guardare
quei programmi demenziali con tribune elettorali

Ho avuto la conferma che c’è gente che pensa seriamente che alzare la voce sia risolutivo nelle discussioni. E poi ho constatato che qualcuno si angoscia, si incazza, perde la pazienza per questioni che hanno la stessa consistenza del pane carasau. Poi ce ne sono alcuni che pensano che assumendo un’aria truce ed arrogante riescano a farsi rispettare. Ed alcuni che gli vanno dietro come cagnolini scondinzolanti, sperando di raccogliere le briciole dalla loro tavola imbandita.

C’è chi si mette degli occhiali da sole
per avere più carisma e sintomatico mistero

C’è gente che ne fa una questione di principio. E alcuni persino ci perdono la salute. Alcuni bevono birra analcolica e fanno la carbonara con la pancetta invece del guanciale. Alcuni giudicano gli altri dal passato, piuttosto che dal congiuntivo e poi c’è gente che si scandalizza se vede due uomini che si baciano, mentre due uomini che si picchiano non gli fanno né caldo, né freddo. Alcuni hanno paura dell’invasione degli stranieri, ma hanno la badante rumena a casa con mamma, l’idraulico moldavo tanto bravo senza fattura, comprano la frutta dal bangladino e vanno a cena nei ristoranti cinesi.

Quante squallide figure che attraversano il paese 
com’è misera la vita negli abusi di potere

Ci sono persone che hanno una fortuna smisurata, vivono accanto a bellezze senza prezzo, ce le hanno sotto agli occhi ma non solo non riescono ad apprezzarle, forse nemmeno le vedono. Alcuni sono seriamente convinti che i soldi siano la cosa più importante, altri pensano che comandare sia meglio che fottere e poi ci sono persone che proprio non ce la fanno a volersi bene, ci provano eh, ma non ce la fanno. E quindi come potrebbero voler del bene a chi gli sta intorno?

Uh com’è difficile restare calmi e indifferenti mentre tutti intorno fanno rumore
in quest’epoca di pazzi ci mancavano gli idioti dell’orrore
Ho sentito degli spari in una via del centro 
quante stupide galline che si azzuffano per niente

E insomma ragazzi, io resto umile. Ma ammettiamolo, è veramente complicato. Resto umile, ma alzo bandiera bianca.

 

11 thoughts on “Resto umile

  1. senza parole…una volta ancora hai dato voce ai miei pensieri. meglio però. grande giacani

  2. Eh, i grandi testi mantengono intatta la loro attualità nel tempo. Ci avevo ventun’anno, quell’estate, e facevo il mio primo viaggio in Inghilterra. E mentre la ascoltavo pensavo “Oh com’è squisitamente attuale e intonata esattamente a questo precisissimo istante della nostra storia!”. Ma sembra che certi istanti siano un po’ lunghetti…

  3. Tengo a ricordare che la bandiera sveltola su un ponte. E quando c’è un ponte c’è sempre gente di sponde opposte che si incontrano. Fino a quando c’è chi il ponte lo tiene aperto, ci sarà speranza di un futuro migliore. Lo so, tirami le pietre non perché sono brutto (mamma mi ha sempre detto che sono bello), ma perché sono un inguaribile ottimista.

  4. Il rischio è che quello che chiamò “cinismo pragmatico” idoli e divori anche chi non è “dall’altra parte”.
    L’ho sperimentato con un trittico di post in cui sono stato “redarguito” del mio inutile idealismo. La sensazione di essere isolato, di essere in una riserva indiana aumenta la distanza di un’eventuale comunicazione. Quindi anche chi pensa di essere dalla parte dei “buoni” isolandosi nel suo fortino, alimenta ciò che critica e condanna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...